Un albero per ogni nato: La legge.

News del 26 luglio 2011

Pare poco osservata la Legge sugli Alberi.

La Legge 113/1992  prevede l’obbligo per il comune di Piantumare un nuovo albero per ogni nuovo nato nel proprio comune di residenza.
Indubbiamente una bella legge, spesso infatti chi ha terreni o giardini a disposizione provvede autonomamente a questa antica tradizione. Ne guadagna l’ambiente e l’estetica del paese.

Legge 29/1/1992, n. 113. – «Obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito di registrazione anagrafica»

L’ufficio anagrafico comunale è incaricato di registrare sul certificato di nascita, entro quindici mesi dall’iscrizione anagrafica, il luogo dove la pianta è stata messa a dimora e pone a carico del Ministero dell’Interno di emanare entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, disposizioni per l’attuazione della procedura.

Su questa Legge si inserisce una nuova disposizione del Ministro dell’Ambiente che decreta la “Giornata nazionale degli alberi” il giorno 21 novembre di ogni anno, sostituendo la “Festa degli Alberi“, ormai desueta. Questa norma punta a sottolineare il carattere obbligatorio della legge, per spingere i sindaci e i comuni a piantare un albero per ogni nato, e superare la soglia dei comuni aderenti, che non supera il 40%.

La legge indica tutte le specifiche relative alle modalità di Acquisizione delle piante, il periodo di piantumazione (dal 1°Aprile al 31 dicembre) e altre indicazioni per ottimizzare le operazioni, fino alla rendicontazione economica di finanziamenti e spese.

Nel contesto di una politica ambientale questa legge si inserisce nei programmi di ampliamento delle aree verdi delle città.

Un singolo albero, è in grado di fornire abbastanza ossigeno per 10 persone e di assorbire, a seconda delle dimensioni, da 7 a 12 kg di emissioni di CO2 all’anno. Inoltre, gli alberi riducono l’inquinamento acustico e possono far risparmiare sino al 10 % del consumo energetico. Gli alberi sono gli elementi fondamentali di ogni Arredo Urbano e migliorano sempre la vivibilità delle nostre città.

Articolo ispirato ad un articolo di “tra orto e giardino

, , ,